Martedì 20 ottobre alle 16 si svolgerà la finale del premio Youth Female Entrepreneur of the Year 2020, organizzato da Youth Business International e Citi Foundation.

Il premio celebra 11 delle giovani imprenditrici europee più innovative, che fanno parte dei 26.000 giovani imprenditori che il programma Youth Business Europe ha sostenuto negli ultimi cinque anni, con formazioni su misura sull’avvio di impresa e percorsi di accompagnamento (mentoring) per lo sviluppo d’impresa.

L’evento fa parte dell’iniziativa Pathways to Progress di Citi Foundation, il cui obiettivo è stimolare la crescita di nuove attività imprenditoriali, riducendo la disoccupazione giovanile.
Partendo dai risultati del programma Pathways to Progress l’evento sarà anche l’occasione per far luce sullo stato dell’imprenditoria femminile in Europa, sulle barriere strutturali e i fattori di supporto per le donne imprenditrici, evidenziando i vantaggi economici e sociali di un maggior numero di donne che diventano imprenditrici.

Le undici finaliste da Europa, Russia e Kazakistan, che sono state supportate dai partner della rete Youth Business International e dalla Citi Foundation Programma Pathways to Progress nell’apertura della propria impresa, si contenderanno il premio di 5.000 $ per sostenere l’ulteriore sviluppo della propria attività.

Durante l’evento interverranno Anita Tiessen, CEO, YBI; Bonnie Chiu, amministratore delegato, The Social Investment Consultancy; Pip Jamieson, fondatore e CEO, The Dots; Silvia Boschetti, Funzionaria Affari Pubblici e Affari di Governo, Citi Italia; e MC Adenike Adeyemi, fiduciario di YBI e direttore esecutivo, FATE Foundation.

Puoi seguire la diretta registrandoti al sito youtbusiness.org

La finalista italiana dell’evento è Giulia Pettinau con la sua piattaforma Orangogo

Dopo aver notato una lacuna nel mercato dello sport in Italia, Giulia ha creato Orangogo, un motore di ricerca online che consente agli utenti di trovare classi e club sportivi nelle vicinanze utilizzando la geolocalizzazione e altri filtri di dati.

Giulia descrive l’azienda come una start up innovativa con lo scopo di aiutare le persone a scoprire il proprio talento sportivo. Orangogo ora impiega 18 persone, 15 delle quali sono donne. L’azienda ha in programma di espandere il servizio in Francia.

Ho fondato Orangogo spinto dalla missione di un’azienda gentile. In un settore fatto di persone che confondono l’aggressività con il coraggio e la gentilezza con la debolezza, sto dimostrando che puoi raggiungere i numeri meglio se rispetti i valori umani “.

Giulia ha ricevuto il supporto del membro di YBI in Italia, MicroLab.

Le finaliste di quest’anno sono:

  • Christina Plaka, sono mangaka !, Germania
  • Emma Duncan, Pawfit, Irlanda
  • Giulia Pettinau, Orangogo, Italia
  • Lara Prendes, Despensa 77, Spagna
  • Lola Arias, Maison Dolores, Francia
  • Lorie Meurmans, Small if Biotiful, Belgio
  • Mathilde Cortinovis, Équilibres Café, Francia
  • Mariia Plotkina, Geek Teachers, Russia
  • Mariya Abadiyeva, Step Clap Art School, Kazakistan
  • Mia Bremer, Gastronomi á la Mia AB, Svezia
  • Nanke Over, Flamingo Services, Paesi Bassi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.